Il cancro alla prostata forno a microonde e

Trattamento dei sintomi adenoma prostatico e trattamento

Nel Pipitone ha scritto il libro Forno a microonde? No graziein cui ha raccolto diverse ricerche scientifiche per far luce sulla questione della pericolosità o meno di questo elettrodomestico. In Italia uno dei primi forni a microonde venne presentato il 28 settembre alla settima edizione del Salone della Tecnica di Torino, come un apparecchio casalingo per cucinare in tempi brevissimi. I primi anni sono stati caratterizzati da un boom di vendite ed è una tendenza che è continuata anche in anni più recenti, con una presenza in una famiglia su due.

Per concentrare tutte le microonde sugli alimenti si utilizzano di solito materiali trasparenti alle radiazioni come plastica, cartoncino, ceramica, porcellana, vetro o terracotta. Gli imballaggi di plastica dei cibi che possono essere cucinati al microonde sono pericolosi?

Le confezioni molto sottili di plastica come le classiche vaschette si possono fondere a causa del calore del cibo cotto a microonde. Un elemento non sicuro è il bisfenolo-A Bpache si usa nella produzione di materie plastiche in policarbonato ed è spesso presente nelle stoviglie o nel vasellame per la cottura a microonde. Fin dagli anni 90 il Bpa è sospettato di danneggiare la salute umana e tra le diverse patologie spiccano disturbi ormonali, asma, problemi comportamentali e alla prostata.

Dagli anni 70 a oggi autorevoli scienziati hanno condotto periodicamente diverse ricerche e nel tempo sono stati provati casi ed eventi il cancro alla prostata forno a microonde e negatività inerenti alle microonde. Ritiene che possano esistere conflitti di interesse tali da generare una discordanza di conclusioni? I forni a microonde possono causare il cancro?

Uno dei pochi scienziati che ha associato il microonde al cancro è il nutrizionista svizzero Hans Ulrich Hertel, deceduto qualche anno fa. I due scienziati decisero di condurla ugualmente con fondi privati, ma ridimensionandola. Per due mesi furono monitorati otto volontari che seguivano una determinata dieta, in cui fu analizzato il sangue prima e dopo il consumo di otto tipi di alimenti, alcuni dei quali cotti o scongelati nel microonde e altri crudi o cotti in modi convenzionali.

Nel sangue dei soggetti che avevano consumato cibo cotto a microonde era stata individuata una maggiore luminescenza dei batteri, rispetto a quella riscontrata nel sangue dei volontari che avevano mangiato cibo cotto con altre tecniche. Questo ha dimostrato un possibile trasferimento di energia radiante e il quadro complessivo della ricerca aveva indotto Hertel a concludere che si trattava di modifiche compatibili con disturbi patogeni e con una iniziale evoluzione cancerosa.

Hertel fu condannato e gli vietarono di divulgare la ricerca, ma fece ricorso alla Corte europea per i Diritti umani accusando la Svizzera di avergli negato la libertà di espressione e imposto divieti sproporzionati.

Nel la Corte Europea diede ragione a Hertel e la ricerca poteva essere divulgata ma a condizione di dichiararla non scientificamente provata. Solitamente la dispersione di microonde non supera questa soglia, ma capita spesso che il forno sia usurato o le guarnizioni dello sportello siano sporche e difettose, con il pericolo di maggiori perdite. Esiste una differenza tra cottura e riscaldamento dei cibi in termini di rischi per la salute? Il cibo sia cotto che riscaldato nel microonde perde di nutrimenti e gusto.

La qualità finale degli alimenti in termini di massimo rendimento nutrizionale, migliori condizioni di igiene, alta digeribilità e maggior gusto, dipende dal il cancro alla prostata forno a microonde e di cottura.

Cosa raccomandano gli esperti a un consumatore che in casa ha il forno a microonde? Consigliano di conoscere il modo in cui adoperarlo, stando attenti al tipo di cibo che si cuoce e al contenitore che si utilizza e a controllarne nel tempo la sicurezza; altrimenti è meglio farne a meno. Nel gli scienziati americani della Colorado State University, coordinati dalla dottoressa Patricia Kendall, hanno condotto uno studio pubblicato sul Journal of Food Science che ha preso in esame i rischi di intossicazione alimentare legati a un uso scorretto del forno a microonde.

In particolare si è voluto accertare il potere di inattivazione del batterio Listeria monocytogenes inoculato in alcuni wurstel conservati. Dai risultati è emerso che la massima riduzione della contaminazione si è avuta con un riscaldamento dei wurstel alla massima potenza di W per almeno 75 secondi, mentre delle possibili intossicazioni alimentari potrebbero verificarsi facendoli riscaldare per meno tempo e a temperatura inadeguata.

In certi casi — sostiene ancora la Kendall — potrebbero non essere sufficienti i secondi del test, ma potrebbe essere necessario allungare la cottura e le istruzioni dei microonde dovrebbero essere completate con tabelle che indicano il tempo e la potenza necessarie per contrastare possibili intossicazioni alimentari. Il confezionamento dei cibi costituisce un fattore di rischio una volta che il cancro alla prostata forno a microonde e pietanza viene cotta o riscaldata nel forno a microonde?

Tra i possibili effetti nocivi nel corpo umano vi sono asma, allergie, insonnia, emicrania, diarrea, il cancro alla prostata forno a microonde e, iperattività, crampi, disturbi digestivi e cancro. Nel suo libro ha parlato della possibile il cancro alla prostata forno a microonde e tra utilizzo del forno a microonde e obesità.

È stato osservato il cancro alla prostata forno a microonde e coincidenza temporale, dal in poi, tra una crescita di persone obese e una maggiore facilità nella preparazione del cibo il cancro alla prostata forno a microonde e avveniva sempre più rapidamente con pietanze già pronte da cuocere o da riscaldare in pochissimi minuti nel microonde, ma equivalenti spesso a scarsa qualità e consumate facilmente in elevate quantità.

Esistono categorie di persone più propense ad acquistare questo elettrodomestico? Il target comprende sopratutto trentenni o quarantenni, sia uomini che donne, che hanno scarse conoscenze culinarie e i single che vivendo da soli non hanno voglia di cucinare; entrambe le categorie preferiscono acquistare negli ipermercati piatti pronti sempre più elaborati, sia tradizionali che innovativi fino ai vegetali e agli etnici, da inserire nel microonde. Cina, India, Indonesia, America Latina e Africa sono quelle realtà che seguono oramai le comodità domestiche occidentali, con tutto quello che ne consegue.

Inoltre i sistemi di cottura si stanno tecnologicamente evolvendo ed esistono già dei prototipi di contenitori in grado di cucinare mediante wireless, che sono sempre onde elettromagnetiche rischiose per la salute umana. Indubbiamente il forno a microonde velocizza i tempi di preparazione dei cibi. A questo vantaggio, esistono secondo lei svantaggi correlati?

Uno dei principali svantaggi è la destrutturazione il cancro alla prostata forno a microonde e regolarità dei pasti, che vengono consumati facilmente e in continuazione e spesso senza trarre alcun piacere. I pasti preparati con lentezza e con metodi di cottura tradizioni hanno invece più gusto con una disposizione a un migliore nutrimento.

Le onde elettromagnetiche possono generare alterazioni cellulari. Cosa afferma la letteratura scientifica sulla pericolosità del microonde? Ci sono state conclusioni contrastanti? Occorre fare manutenzione al forno a microonde? I cibi industriali nati per essere preparati al microonde sono dannosi? In futuro nel mondo sarà sempre più utilizzato?

Articoli correlati 8 rimedi naturali contro le allergie 5 grandi benefici dopo un mese senza alcol 8 tipi di disturbi del sonno che possono indicare problemi di salute Lo zenzero per dimagrire 9 possibili segnali di cancro al seno. Diritti Umani.