Cancro alla prostata e ernia inguinale in

Lesione neoplastica della prostata

Consultate il medico! Visione migliore con una risoluzione di X Membro iniziale. Cancro alla prostata e ernia inguinale in affetto, da oramai molti anni da prostatite cronica, credevo che i cancro alla prostata e ernia inguinale in dipendessero da questo.

Purtroppo una visita chirurgica presso l'ospedale S. Luca di Vallo della Lucania SAprescrittami dal mio medico, ha accertato una leggerissima punta d'ernia a dx. Premesso che facevo pesi in palestra anche se non a livelli da Body Builder ed ho spostato un armadio in seguito a trasloco. Dal 7 agosto i fastidi hanno avuto fasi alterne alcuni giorni mi sembra di non avere nulla.

La visita è stata penosa, è durata in tutto 3 minuti e senza esplorazione del canale inguinale scusate se i termini non sono corretti mi ha confermato la dignosi, avevo cmq, fatto come premessa la diagnosi già fatta. Inutile dire che anche nel mio caso 2 eco non hanno evidenziato nulla. I sintomi della prostatite e dell punta d'ernia sono sovrapponibili e non sempre è facile capire dove finiscono gli uni e cominciano gli altri: dolore testicolare, senso di pesantezza zona pubica, dolore radice della gamba ecc.

In questi giorni peraltro credo ci sia una recrudescenza della prostatite che mi porta a frequenti bruciori dopo la minzione.

Inutile dire che le decine di cure antibiotiche sono state inutili. C'è qualcuno che ha avuto un'esp analoga?? L'ultima domanda è questa: avendo una prostatite cronica, con frequenti infezioni delle vie urinarie, l'operazione potrebbe essere rischiosa leggere rischio setticemia o infezioni post operatorie.

Operazione si, operazione no??? Grazie a tutti e complimenti ancora per la cura con cui seguite il forum. A me in realtà preoccupano le complicazioni che possono derivare dall'operazione a causa della prostatite. Non potrebbe essere maggiore il rischio d'infezione??

Cancro alla prostata e ernia inguinale in a tutti e a presto. Il dottore è stato molto cortese ma mi ha detto che lui non riscontrava nessuna punta d'ernia non essendoci nessun bozzo.

Alla mia domanda circa la possibilità che si possa trattare di un inizio di sfiancamento mi ha detto che non sentiva nulla. Mi ha consigliato di non fare ancora nessuna operazione fintanto che la cosa non sia ben visibile e diagnosticabile. Paradossalmente dovrei essere contento ma in realtà non lo sono affatto. In quato chiaramente è rimessa a me la responsabilità dell'eventuale decisione. Sono sempre determinato a risolvere il problema il prima possibile. Accetto volentieri consigli.

A presto L. Se no non è completa. Senta un altro parere, ma anche in caso di presenza di ernia, non escluda altre cause per i fastidi. Una prostatite o una funicolite possono benissimo esserne le cause, per cui l'intervento potrebbe risolvere l'eventuale ernia, ma non i cancro alla prostata e ernia inguinale in.

La cosa che più mi spinge a pensare che si tratti di ernia è l'aumento della sintomatoligia in caso di sforzi e in caso di stazione eretta prolungata. Ciao L. Oggi L'esito è stato: nessuna ernia riscontrata. Anche in questo caso la visita è dutata un minuto e mezzo circa orologio alla mano, non sto scherzando comprensivo di convenevoli e saluti.

Non voglio assolutamente essere presuntuoso ma frequentando il forum tutti noi abbiamo acquisito informazioni utili. La visita si è articolata in questo modo: - palpazione fianco destro, - palpazione zona sovrapubica con colpi di tosse all'altezza dell'attaccatura del pene per capirci. Non c'è stata nessuna esplorazione con il dito alla base del testicolo. Il dottore subito mi ha confermato che non c'era ernia e che avrei dovuto esplorare altre cause urologiche.

Ho provato ad approfondire chiedendo se uno sfiancamento iniziale potesse dare tali fastidi, la risposta è stata no. Ho replicato dicendo che avevo letto articoli che confermavano il fatto che in fase iniziale Chiaramente sarei ben contento anzi contentissimo che tale diagnosi fosse quella corretta e definitiva.

Lo so che sono stato lunghissimo ma credo che l'esperienza possa servire anche ad altri. Vorrei aggiungere un ultima cosa, in ospedale ho incontrato molti operati d'ernia che stavano facendo una visita di controllo dopo 7 gg dall'intervento. A vedersi stavano tutti bene, quasi arzilli direi.

Ho parlato con un paio di persone che mi hanno detto che sono entrati in ospedale alle 8. In genere, come oramai sappiamo, trattengono solo in pochi casi. Spero questo sia di conforto a quanti abbiano in programma un intervento nelle prossime settimane. Forza ci sono tantissime persone che ne escono più forti cancro alla prostata e ernia inguinale in psicologicamente di prima. Auguri a tutti. Tuttavia un'ernia che non si apprezza è un'ernia al limite dell'intervento, non è detto che si debba proprio operare, si devono escludere altri fattori di fastidio, se no la cosa che succede è che il paziente torna a lamentarsi degli stessi disturbi di prima e chiede: che mi sono operato a fare?

A me sono stati due i chirurghi che mi hanno visitato ed entrambi allo stesso modo grazie, il secondo era l'aiuto chirurgo del primo! A sx solo un cieco poteva non vedere l'ernia, ma a me interessava verificare la destra ove tuttora non compare nulla se non fastidiucci interni che spero siano solo fissazioni mie. Pertanto, all'epoca a destra l'ernia non fu diagnosticata, e sinceramente adesso se mi uscisse, aspetterei comunque che venisse fuori con maggiore evidenza.

Per quanto riguarda i signori che cancro alla prostata e ernia inguinale in 7 giorni siano arzilli beh, vorrei sperare!!!!! Ciao a tutti! Pensa io non ci avevoi nemmeno pensato è stato il mio medico di famiglia a farmici pensare.

Cmq per quanto riguarda i signori operati dicevo proprio questo nel post vale a dire: tutti operati in day surgery e soddisfatti dell'intervento. Quindi, per capire, anche tu sei in dubbio sulla punta d'ernia a dx? Notte L. Proprio come dici tu, a un certo punto si conosce il proprio corpo.

Fintanto che non scoprissi l'ernia a sx, i doloretti che sentivo li interpretavo come conseguenze - che so - di un esercizio fisico, o dovuti al fatto che stessi troppo seduto. Poi quando emerge il gonfiore e la tumefazione, mi accorgo che non è altro che un dolore e un fastidio più intenso cancro alla prostata e ernia inguinale in quello che già sentivo, quasi cancro alla prostata e ernia inguinale in appartenesse alla "stessa famiglia". Forse è fissazione, e come dice il dottore, non resta che stare "alla finestra" e vedere se ci saranno sviluppi.

UN po' la mia "voglia" di togliere il fastidio subito nasce dalla ottima riuscita dell'intervento a sinistra, altrimenti certamente non avrei tutta questa intenzione di risolvere Grazie L. Generale e Urgenza dir. Paolo Negro tel. Salva password. Ciao, apro una nuova discussione. L'ernia in genere non ha mai sintomi urinari, a meno che il contenuto del sacco non sia vescica o un diverticolo vescicale.

Grazie dottore per la risposta. Il rischio di infezione diretta non è cancro alla prostata e ernia inguinale in, perchè la mesh e la prostata neanche si vedono, ma la possibilità di un'infezione per via ematica se pur rara è possibile, ma in genere la profilassi antibiotica mette al riparo da questa evenienza.

Ciao, allora l'avventura continua. La visita chirurgica deve necessariamente contemplare l'esporazione digitale del canale inguinale. Capitolo IV Salve a tutti, vi aggiorno sulla mia vicenda. Nuovo membro. Nei casi dubbi ripeto l'esplorazione digitale è d'obbligo, anche se chirurghi veramente esperti possono apprezzare l'anello inguinale anche con la palpazione anteriore della regione. Caro Lupos, una testimonianza tira l'altra. Per aiuto psicologico agli cancro alla prostata e ernia inguinale in utenti.

Si, anche io sono in dubbio. Ciao a tutti, una cortesia: mi cancro alla prostata e ernia inguinale in un centro all'avanguardia e assolutamente affidabile a Roma.

Dipartimento di Chirurgia Generale "P. Grazie mille dottore. Pagina Successiva. Ernia e Laparocele. Image Forums Questa pagina è stata generata in 0,72 secondi. Torino Ernia.