Il mito della prostatite cronica

Grado 3 della prostata cancro gruppo 2

In tutto il mondo c'è il concetto di "sindrome del dolore pelvico cronico negli uomini". L'infiammazione della prostata - la prostatite, come causa di questi dolori, non è affatto la principale e costituisce una piccola percentuale. Tutto il resto è osteocondrosi, emorroidi, proctite, ernia, infiammazione dei testicoli, epididimo, ecc. Ma per qualche ragione tutti pensano che siano malati di prostatite. E anche se la funzione, lo scopo della ghiandola prostatica prostata non è completamente capito, ma, a quanto pare, questo è il valore di questo organo per gli uomini.

Il mito della prostatite cronica ci sia una categoria di uomini, che, molto probabilmente, questo problema non toccherà mai. Questi sono uomini di un forte tipo psicosessuale, cioè incline a contatti matrimoniali a lungo termine. Questi sono uomini che sono in un matrimonio monogamico per molto tempo, se non per tutta la il mito della prostatite cronica.

Virale, clamidia, batterica. Molto spesso, l'infiammazione della prostata è associata a infezioni trasmesse sessualmente che innescano una cascata di reazioni infiammatorie. Questa è la fonte principale della il mito della prostatite cronica E in generale, vale la pena di decidere: stiamo parlando di maschi o maschi?

Non parliamo di bestiame, solo di uomini. Se quattro mogli, come i musulmani, allora sono solo le sue mogli. Questo è un matrimonio normale con una quota di diversità. Di che tipo di prostatite possiamo parlare qui?

Nei paesi islamici, in ogni caso, non è una "pandemia" come noi. La poligamia è intesa come promiscuità: promiscua. Ma porta solo al riciclaggio delle malattie sessualmente trasmissibili nella popolazione. Bene, dato che abbiamo concordato che il principale agente eziologico della prostatite è una malattia sessualmente trasmissibile STDallora sorge la domanda: il preservativo protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili?

Dopotutto, nativo, "terreno" è sempre più piacevole. Anche ubriaco. D'altra parte, la cosa principale per evitare gli estremi. Ma non c'è ridondanza con una donna praticamente nativa - dopo tutto, capisce anche che il corpo ha bisogno di riposare e riprendersi. Dopotutto, l'uomo non è una Ferrari. Tuttavia, questo è se lei è una donna, non una femmina. Soprattutto se comprendi il comportamento sessuale in accordo con i canoni biblici. Secondo la morale vittoriana, una donna è sempre calma e non insisterà mai.

A proposito, secondo Domostroy, non ha il diritto di rifiutare. Ma non dovresti astenerci troppo. C'è ancora una prostatite stagnante, quando la ghiandola prostatica non si svuota per molto tempo - è dall'assenza di atti sessuali. La masturbazione non è un analogo del rapporto sessuale. Anche se in casi estremi, è raccomandato. I il mito della prostatite cronica, per esempio, in un lungo viaggio. Eppure la cosa principale che deve essere chiaramente compresa è che non c'è prostatite senza un agente patogeno.

E l'agente causale è una specie di infezione. In una parola, i rapporti sessuali regolari con una persona cara o diversa che appartiene esclusivamente a te le donne amate e uno stile di vita attivo sono la chiave del successo. E non fare sesso del culto in età adulta.

Negli uomini veri, questo è un normale atto fisiologico, il mito della prostatite cronica subordinato alla coscienza.

Prima è una setta l'ipersessualità adolescenzialequindi è il dovere della moglie una pillola amara il mito della prostatite cronica, quindi già la tavola della morte. Anche se la morte di un partner da un infarto miocardico è una morte nobile.

Com'è la signora? Per quanto riguarda l'adenoma della prostata. La malattia il mito della prostatite cronica caratteristica degli uomini della razza europea.

I mongoloidi sono malati e vengono operati su questo molto meno. Ad esempio, nella nostra regione, tra i popoli il mito della prostatite cronica nord, il tasso di incidenza è basso. Nella mia pratica da trent'anni, ho visto un paziente dei popoli del Nord. E questo non perché non vadano dai medici o non vivano fino all '"età dell'adenoma". Il mito più grande è che la prostatite e l'adenoma siano in qualche modo correlati.

Non ha nulla a che fare! È assolutamente accurato La prostatite non porta ad adenoma, l'adenoma non è la sua conseguenza. La ragione per la comparsa di adenoma prostatico in età avanzata è la seguente.

A differenza delle donne, gli uomini non hanno un'improvvisa estinzione della funzione riproduttiva, questo praticamente non il mito della prostatite cronica la qualità dello sperma. Il livello di testosterone nel corpo diminuisce gradualmente, e quindi un certo numero di malattie si sviluppano, in particolare, l'adenoma prostatico. Spesso coincide che la prostatite complica il decorso clinico dell'adenoma.

Quindi la il mito della prostatite cronica secondo le statistiche per ogni terzo russo, perché è sorprendente. Adenoma e cancro sono combinati in una piccola quantità. Il cancro è diverso Queste malattie - cancro e adenoma - si sviluppano da diverse aree della ghiandola prostatica. Il cancro della prostata - ben conosciuto e conosciuto in tutto il mondo - è una malattia razziale. I negroidi hanno un cancro della ghiandola molto più spesso rispetto a caucasici e asiatici.

Ma la loro prostatite è relativamente rara. Nel territorio di Krasnoyarsk, ogni anno persone sviluppano il cancro della ghiandola. Questo è molto, se prendiamo in considerazione la fascia di età in cui si manifesta e questi sono uomini sopra i 50 - ce ne sono già pochi. Per quanto riguarda il cancro alla prostata, questo è il cancro con cui puoi convivere.

Questo non è un disastro, non una frase. E se è diagnosticato in tempo, allora è possibile per un tempo molto lungo - anni.

Come in Giappone: il primo giorno del quarantaseiesimo anno di vita ricevi una lettera dall'ospedale - vieni ad essere esaminata. I giapponesi, gli americani sanno che devi andare e essere trattato.

È necessario controllare il livello di PSA antigene prostatico specifico. Qualsiasi americano sul letto di morte ricorda due cose. Si ricorda il nome di sua moglie e il punteggio PSA. La mentalità è diversa con gli americani, sono preoccupati per la loro salute. Nel nostro paese, non ha senso pensare alla salute, perché non è ancora la vita, ma il tormento. Come siamo? Il mito della prostatite cronica padre era malato, lo zio era malato, quindi il mito della prostatite cronica essere.

Bene, pensi che la notte mi alzo per urinare cinque volte? Pensa, ogni 15 minuti corro al piatto? Per qualche motivo, tutte le donne e gli uomini sono sicuri che dopo il mito della prostatite cronica tutti andranno con i pantaloncini bagnati.

Ma puoi consultare un medico, essere esaminato, stabilire una diagnosi, ricevere farmaci prescritti e operare, dopo tutto, e. Non camminare con i pantaloncini bagnati in età avanzata. Autore dell'articolo: Anastasia Tikhonova Pubblicato: Rivista per veri uomini "Banzai", febbraio L'infiammazione della prostata è una malattia pericolosa, ma non tutti gli uomini sono consapevoli dei possibili rischi e complicazioni.

Il processo infiammatorio deve essere trattato. Le conseguenze della prostatite, se la malattia è lasciata alla deriva, si riflettono nel lavoro di tutto l'organismo. I sintomi della prostatite - sindrome del dolore, disturbi della minzione, indebolimento dell'erezione.

Queste manifestazioni della malattia sono direttamente correlate ai cambiamenti nella ghiandola prostatica che si verificano sullo sfondo del processo infiammatorio. Con la prostata, la ghiandola prostatica irrita e si gonfia. L'aumento delle dimensioni del corpo e provoca sintomi specifici, dovuti alla compressione dell'uretra e all'irritazione dei recettori del dolore localizzati vicino ai tessuti.

Le conseguenze della prostatite in questo caso sono irreversibili senza chirurgia. Sintomi di cambiamenti sclerotici nel tessuto prostatico:. La malattia è difficile da trattare. Una delle conseguenze pericolose della sclerosi della ghiandola è la formazione di urina residua, che entra nei reni e provoca la loro infezione.

Tali complicanze della prostatite si osservano anni dopo l'insorgenza della malattia. I fattori che predispongono alla cicatrizzazione della prostata sullo sfondo della prostatite sono età avanzata, aterosclerosi vascolare, alterata circolazione sanguigna e ipertensione. Per il trattamento di questa patologia vengono utilizzati metodi chirurgici minimamente invasivi, ad esempio la vaporizzazione laser del tessuto connettivo.

Durante la procedura, le parti modificate del corpo evaporano letteralmente a causa dell'esposizione laser. L'infiammazione acuta della prostata è caratterizzata da sintomi specifici. La malattia viene trattata con successo con antibiotici, tuttavia, dopo che i sintomi sono stati eliminati, ai pazienti viene mostrata una terapia di mantenimento prolungata per ripristinare la funzionalità della prostata.

Molti sono interessati a: cosa succederà se non tratti la prostatite e cosa minaccia questa malattia?